• Maria Grazia Tiberii

Brezel Atesino

Aggiornato il: 14 mag 2019




Il caratteristico pane a forma di nodo si diffuse nei monasteri del Sud della Francia e Nord Italia nel VII secolo, veniva dato come ricompensa ai bambini per aver imparato a memoria i versi della Bibbia. La sua forma ricorda infatti le braccia incrociate dei bambini i preghiera e i tre buchi rappresentano la trinità.



A ricoprirlo di granelli di sale furono i Padri Pellegrini che portarono il pane quando, nel XVII secolo, partirono in missione per colonizzare l’America.


Cosa serve:

500 gr. di farina,

Cal. 1805- proteine 59,9 gr. - grassi 8,3 gr. - carboidrati 362,65 gr. - acqua 66,8 gr.

Oppure

500 gr. di farina integrale,

Cal. 1675 - proteine 60 gr. - grassi 12,5 gr. - carboidrati 305 gr. - acqua 66 gr.


1 cucchiaio di olio EVO,

Cal. 179,8- proteine 0 gr. - grassi 19,98 gr. - carboidrati 0 gr.


2 cucchiaini di zucchero,


20 grammi di lievito di birra,


20 grammi di burro, (solo per ungere la placca)

Cal. 143,4- proteine 0,17 gr. - grassi 16,22 gr. - carboidrati 0,01 gr. - acqua 3,17 gr.


Cumino in polvere,


30 cl. acqua tiepida (circa)


Sale fino e grosso.

Il consumo di cumino apporta numerosi benefici al nostro organismo. (Clicca qui per scoprire tutte le proprietà)

L’elevato contenuto di antiossidanti aiuta a contrastare l’invecchiamento cellulare e per la sua ricchezza in ferro aiuta a combattere l’anemia.

Per il suo basso indice glicemico è utile in caso di diabete, aiuta a ridurre il colesterolo e favorisce la regolazione dei trigliceridi.

Migliora la risposta immunitaria e contrasta l’osteoporosi.

Il decotto di cumino: favorisce la digestione stimolando la produzione di enzimi nel pancreas e il metabolismo, aiuta a eliminare i gas intestinali e allevia i crampi. Inoltre aumentando il calore corporeo aumenta il consumo di energia e quindi di grassi riuscendo a bruciare anche i fastidiosissimi accumuli nella zona addominale. Alcuni studi hanno verificato che l'eliminazione del grasso in eccesso può arrivare ad aumentare anche del 25%, azioneamplificata dell’assunzione insieme a finocchio selvatico, anice, zenzero e senape.

La tisana combatte anche le infezioni respiratorie e, grazie ai flavonoidi ha proprietà antinfiammatorie, calmanti e sedative.

Alcuni studi attribuiscono al cumino funzioni di contrasto ai tumori a fegato e stomaco.

Curiosità: masticare i semi di cumino combatte l’alitosi! In India se ne mettono a disposizione degli ospiti a fine pasto.


Come si fa:



Amalgama bene tutti gli ingredienti e lavora l’impasto fino a ottenere una palla liscia ed elastica.

Copri con la pellicola e lascia riposare 2 ore in un luogo tiepido.

Dividi la pasta in porzioni da circa 40 grammi ciascuna.

Lavora con le mani per ottenere dei cilindri lunghi circa 40 centimetri leggermente assottigliati alle estremità.

Fai un nodo lento e fai aderire le estremità verso il centro.

Poni i Brezel in una placca unta e lascia riposare in luogo tiepido un’ora.

Spolverizza con sale grosso e cuoci a 220 gradi per 30 minuti.

26 visualizzazioni

Storie di viaggio, ricette dal mondo, maglia e cucito, curarsi con le erbe ed altro ancora ...

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale