• Maria Grazia Tiberii

Il Parrozzo


In una piccola città affacciata sull’Adriatico un creativo pasticcere ebbe l’idea di fare un dolce che assomigliasse al pane rustico “Pane rozzo” usato dai contadini. Era una pagnotta semisferica preparata con il granoturco, destinata ad essere conservata per molti giorni. Correva l’anno 1920 ed il pasticcere, Luigi D’Amico, aveva il suo laboratorio nella città di Pescara. Egli sostituì il giallo del granoturco con quello delle uova, aggiunse della farina di mandorle ed imitò il colore scuro che assumeva la crosta del pane con un delizioso strato di cioccolata. Fece assaggiare la sua creazione a Gabriele #D'Annunzio che ne rimase talmente soddisfatto da comporre un sonetto. “La canzone del #Parrozzo”.




Cosa serve: calorie totali 3.717 (riferite a 100 gr. di prodotto equivalgono circa alle calorie di una pasta asciutta ben condita, 425)


3 uova, Cal. 237 - proteine 18 gr. - grassi 16,5 gr. - carboidrati 0,15 gr.,

una bustina di lievito,

4 etti di farina, Cal. 1.120  - proteine 30 gr - grassi 14 gr. - carboidrati 240 gr.

2 etti di zucchero, Cal. 1.100 - carboidrati 280 gr.

3 tazzine di olio, Cal. 750 - grassi  72 gr.

3 tazzine di latte, Cal. 102 - proteine 8 gr. - grassi 0,9 gr. - carboidrati 11,5 gr.

1 cucchiaino di caffè macinato,

1 fialetta di mandorle amare,

3 quadri di cioccolata fondente. cal. 408 - proteine 10 gr. - grassi 58 gr. - carboidrati 79 gr. N.B. i valori nutrizionali della cioccolata si riferiscono a 100 gr. di prodotto.



Come si fa:

Rompi le uova, separa le chiare dal tuorlo e monta le chiare "a neve".

Versa le chiare in una ciotola sufficientemente grande da contenere tutti gli altri ingredienti ed inizia ad aggiungerli poco alla volta - l'ordine non ha alcuna importanza - mescolando bene con un cucchiaio di legno.

Quando la miscela sarà omogenea imburra una pentola, quella che si usa per ottenere la tipica forma a cupola ha la forma di una semisfera, e versaci il tuo composto. Inforna e cuoci ad una temperatura di 150 gradi per 1 ora.

Suggerimento: i tempi di cottura possono variare da forno a forno; c'è un trucco per scoprire se il tuo dolce è cotto. Basta prendere un grosso "stuzzicadenti", ad esempio i bastoncini utilizzati per fare gli spiedini, ed infilarlo al centro del dolce. Una volta estratto controlla se vi sono rimasti attaccati pezzetti di impasto. Quando la tua torta sarà cotta lo spiedino rimarrà perfettamente pulito.

A questo punto puoi sfornare e capovolgere il tuo dolce in un piatto rotondo. Non ti resta che sciogliere i quadri di cioccolata con tre cucchiai di latte e ricoprire la cupola con uno spesso strato che una volta raffreddato diverrà liscio e brillante.

Con pochissimo impegno avrai ottenuto il tuo splendido Parrozzo.

Il Parrozzo è considerato un dolce invernale, ed è molto consumato nel periodo natalizio. Però è ottimo in qualsiasi periodo dell'anno; utilizzando dei piccoli stampini in alluminio  puoi realizzare delle "miniature" da utilizzare per dolcissimi snack a metà mattina.



76 visualizzazioni

Storie di viaggio, ricette dal mondo, maglia e cucito, curarsi con le erbe ed altro ancora ...

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale