• Maria Grazia Tiberii

Il respiro della poesia


#Overthemyworld🌍 Una terrazza affacciata sull’Adriatico testimone di un immenso amore; quello tra Elvira Leoni e Gabriele D’Annunzio.

Oggi è noto come “Parco Eremo Dannunziano di San Vito Chietino”, il Vate lo chiamava “Promontorio dei sogni”:


“Quella catena di promontori e golfi lunati dava immagine d’un proseguimento d’offerte poiché ciascun seno recava un tesoro cereale. Le ginestre spandevano per tutta la costa un manto aureo. Da ogni cespo saliva una nube densa di effluvio come da un turibulo. L’aria respirata deliziava come un sorriso d’elisir“.


Oggi mi sono seduta sulla “Panchina dei Sogni” e, per pochi minuti, ho respirato poesia.


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti