• Maria Grazia Tiberii

L'aglio.


#Overthemyworld🌏 La sua notorietà come erba medica e culinaria, dotata di poteri magici, prese origine nell'antico Egitto. Si narra che gli schiavi addetti alla costruzione delle piramidi ne ingerissero grandi quantità. 

Anche i greci erano soliti utilizzarlo e i soldati romani masticavano il bulbo durante le estenuanti marce per sostenersi. Assieme all’impero romano giunse fino all’Inghilterra lasciando tracce in tutta Europa.

L’aglio è menzionato perfino nella Bibbia quale ingrediente usato nell’imbalsamazione dei defunti.

A lungo fu considerato curativo in caso di lebbra e nel Medioevo l’abitudine dei lebbrosi di succhiare teste d’aglio ispirò il soprannome “Uomini calvi” con il quale erano noti.

Antiche superstizioni assicurano che l’aglio tiene lontano il demonio; ancor oggi arabi ed egiziani lo utilizzano per esorcizzare gli spiriti maligni. Bisogna affettare le teste e appendere in ogni stanza della casa la sera. Il mattino successivo occorre bruciarle e la sera sostituirle fin quando la casa non risulta completamente libera da oscure presenze.

E come dimenticare che nei paesi del Nord Europa veniva usato per proteggere i dormienti dagli assalti dei vampiri?


Siamo di fronte a una pianta perenne che può raggiungere i 60 centimetri di altezza. Le sue sottili foglie tubolari ricordano quelle della cipolla, che appartiene alla stessa famiglia, e i gambi sottili che spuntano nel centro in primavera ed estate si riempiono di fiorellini biancastri.

L’aglio predilige il clima mediterraneo ma può adattarsi anche a temperature più fredde e vegeta anche nel balcone di casa.

Se vuoi provare pianta gli spicchi ben distanziati, coprili con il terriccio fino a metà e innaffiali moderatamente. Germoglieranno rapidamente e, con un pizzico di fortuna, fioriranno.


L'aglio è un ottimo antisettico; cura la diarrea, la gotta e le caldane.

Notissima è la sua capacità di regolare la pressione sanguigna; il piccolo bulbo provocando la vasodilatazione previene la formazione delle placche che possono ostacolare la circolazione.

Soffri di geloni? Prova a frizionare la parte interessata con uno spicchio del bulbo e, come per incanto, vedrai quasi svanire l'irritazione.

Una tisana preparata con uno spicchio ben tritato e bollito in 300 ml di latte cura la tosse secca.

Piccole quantità di aglio nella dieta giornaliera di bambini e animali domestici prevengono i vermi.

E' impossibile non citare le eccellenti proprietà digestivericordando che è fondamentale ingrediente in diverse ricette.


Piccolo suggerimento:

Se il gusto dovesse risultare troppo forte al tuo gusto prova a tagliare a metà uno spicchio e strofinaci la superficie della teglia o dell'insalatiera; otterrai un sapore molto più delicato.


Assaggia una gustosa zuppa

4 visualizzazioni

Storie di viaggio, ricette dal mondo, maglia e cucito, curarsi con le erbe ed altro ancora ...

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale