• Maria Grazia Tiberii

La Salvia

Aggiornato il: ott 20


#Overthemyworld🌍

Diffusa nelle zone temperate di tutto il mondo, presente con più di settecento aromatiche varietà, la Salvia viene utilizzata fin dai tempi più remoti.

Il nome le fu dato dai latini che l'appellavano Salus o Salvus (salute, sano) con esplicito riferimento alle sue proprietà curative.


I Galli la consideravano panacea di tutti i mali; era prescritta dai Druidi in caso di febbre, tosse, paralisi, epilessia ma anche per favorire il concepimento e aiutare il parto. Credevano che l'aromatica erba avesse il potere di resuscitare i morti e l'aggiungevano all'idromele e alla birra per raggiungere la trance e dare forza agli incantesimi. La magica pozione di Asterix?


Tra i romani era pianta sacra, poteva esser raccolta solo dalle "elette" dopo la celebrazione di sacrifici con pane e vino e senza usare utensili di ferro, metallo assolutamente incompatibile con la Salvia!


La magia sembra aver superato indenne razzie e invasioni, la ritroviamo intatta in epoca medievale dove qualcuno ha scritto: "Il desiderio della Salvia è rendere l'uomo immortale".

Si narra che Maria Vergine, dovendo fuggire con il suo bambino, chiese aiuto ai fiori di campo. Solo la Salvia le offrì riparo sotto il suo folto fogliame celandola ai soldati di Erode. Maria allora promise che l'avrebbe resa la pianta prediletta dagli uomini in quanto sarebbe stata in grado di salvarli da ogni malattia ... E dalla morte.

Sembra fosse considerata anche rimedio contro i morsi di serpente!


La Scuola Salernitana, più importante istituzione medica nell'Europa del Medioevo - nata nell' XI secolo e da tutti considerata antesignana delle moderne Università, la conosceva come "Salvia Salvatrix" e riteneva favorisse la fertilità delle donne.

Le levatrici la usavano per favorire le contrazioni nei parti difficili; ancora oggi viene consigliata alle donne in dolce attesa!


Nel lontano Oriente i cinesi credevano donasse longevità e in tutto il mondo allora conosciuto i medici la usavano per curare le ferite difficili da rimarginare.

Tenendo nella dovuta considerazione le numerose e cruente battaglie che affliggevano l'umanità la domanda doveva essere piuttosto elevata!

Per avere un'idea del valore della Salvia basta sapere che nel 1600 i mercanti olandesi ne scambiavano una cesta con tre di The.

Attualmente la Salvia è consigliata per curare asma bronchiale, infezioni alla bocca, alla gola e vie respiratorie. Allevia i sintomi influenzali, il raffreddore, gli eczemi, le piaghe, le ulcere e le dermatiti.

Può essere di aiuto nella regolazione del ciclo mestruale e per alleviare i disturbi della menopausa.

Consigliata per curare frigidità e impotenza, sembra avere la capacità di placare i nervi, stimolare la digestione e calmare la diarrea.


La Salvia, panacea di tutti i mali, sembra sostituirsi anche alle costosissime cure psichiatriche quando viene usata per combattere il tabagismo, la melanconia e la epressione!


Attenzione: Non assumere in gravidanza o durante l'allargamento. Si sconsiglia uso prolungato o dosi massicce. Controindicata in caso di ipertensione ed epilessia.


Prova la ricetta ... Bistecchine di maiale Salvia e Zenzero

6 visualizzazioni

Storie di viaggio, ricette dal mondo, maglia e cucito, curarsi con le erbe ed altro ancora ...

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale