• Maria Grazia Tiberii

Un gelato a Pozzuoli



Tempio di Serapide Pozzuoli

Approfittando di un paio di giorni di ferie io e mio marito abbiamo trascorso una breve vacanza a Pozzuoli. Dopo un pomeriggio bollente in giro per la solfatara (Scopri la magia della Solfatara) abbiamo deciso di trasferirci nelle vicinanze del mare. Abbiamo consumato una splendida cena ai bordi delle rovine del Tempio 

di Serapide (In realtà un "macellum" all'interno del quale durante gli scavi fu trovata una statua del dio Serapide), che mostra i segni della incessante attività bradisismica della zona. Poi, come spesso accade, per concludere la giornata, abbiamo cercato un locale che vendesse gelati artigianali.

Ci siamo imbattuti nel  "Caffè del Borgo". In realtà abbastanza squallido, ma con alcuni tavolini all'aperto. Alla ragazza accorsa per le ordinazioni abbiamo chiesto una piccola coppetta, con due paline di gelato. Con nostra grande sorpresa abbiamo visto arrivare un gelato con tre palline! Al momento del pagamento abbiamo fatto presente il disguido, e ci siamo sentiti rispondere che loro i gelati li servono solo con tre palline. Ma allora, perchè non specificarlo all'atto dell'ordinazione? Abbiamo pagato, ad un prezzo anche troppo elevato, le tre palline ed abbiamo lasciato lo squallido bar,

2 visualizzazioni

Storie di viaggio, ricette dal mondo, maglia e cucito, curarsi con le erbe ed altro ancora ...

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Pinterest Social Icon
Il mio primo Romanzo
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale